top of page

I DOSSIER DI MAXTOR
WITH MOSCABIANCA EDIZIONI
 

Secondo gli annali del Pluritempo era il 3 febbraio 2379 quando Maxtor, un esemplare di specie Canis lupus familiaris, fuse la propria coscienza con un’avanzata intelligenza macchinica. L’ibridazione conferì a Maxtor la rara facoltà di spostarsi nel Pluritempo svincolandosi da un’esistenza lineare al guinzaglio della legge di causa/effetto.

Il gruppo di cronoviandanti DustyEye con l’aiuto di Moscabianca Edizioni ha deciso di rintracciare Maxtor, o quantomeno di far luce sui fatti avvenuti a partire dal tardo XXIV secolo, momento in cui il cybercane fece perdere le proprie tracce. Nonostante una certa esperienza in termini di cronobalzi, il compito si sta dimostrando più arduo dei pronostici.

I primi riscontri descrivono Maxtor come un docile meticcio di taglia media e pelo nero, salvo per una spolverata di bianco sul muso, sul ventre e alle estremità delle zampe.

Come tratti distintivi: un occhio cibernetico e un dispositivo ricetrasmittente installato alla base della nuca. Un’antenna olfattiva? Una parabola sensoriale? O banalmente un’antenna parabolica telecinetica?

---- ----

According to the annals of Pluritime, it was on February 3, 2379, when Maxtor, a specimen of the Canis lupus familiaris species, fused his consciousness with advanced machine intelligence. This hybridization granted Maxtor the rare ability to navigate the Pluritime, breaking free from a linear existence bound by the laws of cause and effect.

The group of chrono-travelers known as DustyEye, with the assistance of Moscabianca Edizioni, has decided to track down Maxtor or, at the very least, shed light on the events that occurred starting from the late 24th century, the moment when the cybercanine disappeared without a trace. Despite some experience in terms of time jumps, the task is proving to be more challenging than anticipated.

The initial descriptions depict Maxtor as a docile mixed-breed dog of medium size with black fur, except for a sprinkling of white on the muzzle, belly, and the tips of the paws.

As distinctive features, Maxtor has a cybernetic eye and a transmitting device installed at the base of the neck. Is it an olfactory antenna? A sensory dish? Or simply a telekinetic parabolic antenna?

Per conoscere ogni dettaglio circa la vita e il vagabondare di Maxtor, bisogna attendere fino alla primavera 2024.

Per il momento consigliamo la lettura di...  

---- ----

To learn every detail about Maxtor's life and wandering, one must wait until spring 2024.

For now, we recommend reading...

DustyEye - Diario di un apprendista Tecnomago, COVER.jpg
DustyEye - Diary of an Apprentice TechnomageCOVER.jpg
bottom of page